Fasi chiave nell’evoluzione della tecnologia dell’informazione

Fasi chiave nell’evoluzione della tecnologia dell’informazione

Fase 1: “manuale” (fino alla seconda metà del XIX secolo). Già qui puoi vedere come è apparsa la tecnologia dell’informazione. Il loro scopo principale è trasmettere le informazioni nel formato richiesto. Come kit di strumenti: una penna con calamaio, carta e un libro. L’invio di lettere, pacchi e dispacci veniva effettuato tramite posta a cavallo e in Europa anche tramite telegrafo meccanico.

Fase 2: “meccanica” (fine XIX secolo – 1940). Più vicino all’inizio del XX secolo, il compito IT diventa più complicato: ora le informazioni devono essere fornite nei modi più pratici, ed è anche necessario ridurre i costi di correzione di perdite e deformazioni. Una caratteristica distintiva della seconda pietra miliare sono i dispositivi meccanizzati, tra cui spiccano il telefono e la macchina da scrivere. Il servizio postale sta migliorando i metodi di consegna.

Fase 3: “elettrica” ​​(anni ’40 -’60). La terza fase è iniziata nel dopoguerra e ha gradualmente iniziato a spostare l’obiettivo dell’IT dal formato di invio delle informazioni al miglioramento del contenuto. Compaiono computer, computer grandi e a tubo, fotocopiatrici e dittafoni portatili e ora le macchine da scrivere sono elettriche.

Fase 4: “elettronica” (anni ’70 – metà anni ’80). La quarta fase si concentra sull’organizzazione dell’analisi nel lavoro e sulla formazione dei contenuti IT per la sfera gestionale nel suo complesso. Strumenti importanti qui sono computer e sistemi di controllo automatizzati, nonché sistemi di recupero delle informazioni con una varietà di sistemi software. Il periodo ha permesso di acquisire esperienza nella raccolta di contenuti informativi e di preparare una base affidabile necessaria per il passaggio alla fase successiva dell’evoluzione della tecnologia dell’informazione.

Le fasi principali dello sviluppo della tecnologia dell’informazione del nostro tempo

Fase 5: “computer” (metà degli anni ’80 – metà degli anni ’90). Il quinto traguardo è caratterizzato dal miglioramento dell’individualizzazione dell’ACS, vengono creati sistemi di supporto per prendere decisioni nella gestione con capacità analitiche incorporate e gli inizi dell’intelligenza artificiale. L’apparecchiatura principale è un personal computer con una serie di vari programmi. I dispositivi tecnici vengono trasferiti su una base a microprocessore.

Fase 6: “rete” (primi anni ’90). La sesta fase è attualmente solo in fase di costituzione ed è l’ultima nelle fasi di formazione della tecnologia dell’informazione. Le reti di computer stanno iniziando ad essere implementate attivamente nel campo della tecnologia, della scienza e degli affari, sia su scala globale che locale. Il commercio sta passando al formato elettronico.

Previous PostNextNext Post